In ARMOCROMIA, LIFESTYLE

L’Armocromia di Game of Thrones

Con grandissima trepidazione, è iniziata l’ottava ed ultima serie di Game of Thrones: in attesa del gran finale, ho analizzato i principali protagonisti della serie secondo i principi dell’armocromia:

 

DAENERYS TARGARYEN – EMILIA CLARKE

Nella serie abbiamo conosciuto la Madre dei Draghi in versione platino e occhi di ghiaccio. Nella vita reale l’attrice britannica porta i capelli castani, ma conferma il suo incarnato freddo.

Possiamo dunque inserirla nella stagione Estate.

 

JON SNOW – KIT HARINGTON

Altro grande protagonista di Game of Thrones è il temerario Jon Snow: i suoi colori nella serie restano abbastanza fedeli a quelli naturali.

Occhi e capelli neri, pelle fredda e olivastra: Jon Snow è cresciuto nel regno di Grande Inverno e l’attore non poteva che essere Inverno Assoluto!

 

LENA HEADEY – CERSEI LANNISTER

Tanto cattiva quanto affascinante, la regina Cersei sfoggia un look molto diverso da quello dell’attrice che la interpreta in Game of Thrones.

Di fatto è quasi irriconoscibile: capelli lunghi e colori più soft e omogenei, nella serie; taglio grintoso e colori più contrastati dal vivo. Ma sempre dal sottotono freddo.

 

SANSA STARK – SOPHIE TURNER

Nella serie è un personaggio che è cresciuto tantissimo: da ragazzina timida e indifesa a donna forte e coraggiosa. Caratteristica distintiva: una romantica chioma rossa.

Sophie Turner nella realtà è bionda, ma ha colori chiari e brillanti che la collocano nella stagione Primavera: ecco perché sta così bene (anche) rossa!

 

JAIME LANNISTER – NIKOLAJ COSTER WALDAU

Insieme a Jon Snow, è Lannister il più bello di Game of Thrones.

Nella finzione è un po’ più abbronzato, nella realtà invece è più visibile il sottotono freddo: l’attore è un tipico esempio di Estate Soft al maschile.

 

ARYA STARK – MAISIE WILLIAMS

La piccola di casa Stark è decisamente la più tosta! I suoi colori nella serie sono leggermente raffreddati, sia nei capelli che nell’incarnato.

Ma anche nella vita reale, nonostante i capelli di un castano medio, l’attrice appartiene a un sottogruppo Cool: precisamente, quello dell’Estate.

 

ALFIE ALLEN – THEON GREYJOY

Il tormentato Theon presenta colori leggermente più smorzati, in linea con il personaggio stesso e la sua triste storia.

Nella realtà invece, i colori dell’attore sono decisamente solari e brillanti: un ottimo esempio di Spring Warm!

 

MISSANDEI – NATHALIE EMMANUEL

La bellissima Missandei ha colori Deep, sia nella finzione che nella realtà.

In Game of Thrones è stata leggermente raffreddata, forse per connotare il suo personaggio di gelida guerriera. Ma i veri colori dell’attrice sono più caldi e ambrati: sottogruppo Deep sì, ma della stagione Autunno.

 

NATALIE DORMER – MARGAERY TYRELL

Altro personaggio femminile interessante è la scaltra Margaery. In questo caso è stato fatto un lavoro cromatico più complesso.

All’intensità degli occhi, non corrisponde il sottotono caldo della Primavera, ma quello freddo dell’Estate. Per poterla fare rossa dunque, hanno dovuto lavorare molto anche sull’incarnato.

 

DROGO – JASON MOMOA

Personaggio minore, ma sicuramente importante: Drogo ha bellissimi colori caldi, mentre gli occhi sono vagamente verdognoli, ma non abbastanza intensi per collocarlo in altra stagione.

Le sue caratteristiche cromatiche lo collocano nel sottogruppo Deep della stagione Autunno.

 

Se vi è piaciuto questo post e siete affascinati dall’uso dell’Armocromia al cinema, date un’occhiata ai miei articoli dedicati a questo argomento.

Rossella Migliaccio
Seguimi anche su Italian Image Institute

Potrebbe interessarti

Cos’è l’Armocromia?

Postato il novembre 5, 2015

L’Armocromia in Via Col Vento

Postato il novembre 14, 2017

Articolo precedenteCerchietto mania: a chi sta bene e come indossarlo
Articolo seguenteCome scegliere il costume. La guida completa 2019

17 Commenti

  1. Cristina
    7 mesi ago

    Ti segnalo per correttezza che Cersei è Lannister e non Baratheon. Per il resto decisamente interessante, un’ulteriore conferma del lavoro immenso e certosino fatto per questa serie 🙂

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      7 mesi ago

      Grazie per la segnalazione: ho corretto subito 🙂

      Reply
    2. Rossella Migliaccio
      7 mesi ago

      Grazie mille per la precisazione 🙂

      Reply
  2. Assia Caccamo
    7 mesi ago

    Vi piacerebbe fare anche Vikings? I personaggi sono variegati e bellissimi 😍

    Reply
  3. Flavia
    7 mesi ago

    post interessante 🙂 tutte le attrici mi piacciono sia nel film sia nella vita reale per quanto riguarda i loro look.

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      4 mesi ago

      Concordo! 🙂

      Reply
  4. Federica
    6 mesi ago

    Emilia Clarke che tipo di estate sarebbe? Assoluta o soft?

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      6 mesi ago

      Fammi una domanda nella mia rubrica quotidiana su Instagram https://www.instagram.com/rossellamigliaccio_/?hl=it

      Reply
    2. Rossella Migliaccio
      4 mesi ago

      Direi più Cool 😉

      Reply
  5. Rossella
    4 mesi ago

    Mah… a me Jason Mamoa pare una estate soft profonda. È neutrofreddo.

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      4 mesi ago

      Ciao! Jason Mamoa ha colori caldi e profondi, che sono le caratteristiche dell’autunno.
      L’Estate invece ha colori freddi e soft (non profondi).
      Nel metodo che si usa a livello internazionale, Estate Soft Profondo non esiste, anche perché quando una stagione ha una dominante ne ha appunto una sola, non due.
      Spero di esserti stata utile 🙂

      Reply
      1. Rossella
        4 mesi ago

        Ciao 🙂 non per essere “de coccio”, ma sì che esiste nel sistema più aggiornato: si chiama soft summer deep e si distingue perché oltre ad essere soft (come a me pare Mamoa, prima che profondo) presenta anche una certa profondità quindi preferirà colori polverosi ma comunque scuri. Comunque se fai un giro su Google penso vedrai che è lapalissiano che colori troppo caldi lo fanno apparire giallognolo o arancione. In una camicia grigia con giacca nera invece sta benissimo:)

        Reply
        1. Rossella Migliaccio
          4 mesi ago

          Ho studiato dalle più famose armocromiste americane e inglesi e mi aggiorno costantemente con le mie colleghe da diverse parti del mondo. Ti posso assicurare che questa teoria non esiste e in effetti non ha alcun riscontro o applicazione sui grafici cartesiani che si usano per misurare sottotono e intensità: in sostanza, non sarebbe matematicamente possibile.

          Non penso che sei “de coccio”, mi fa piacere che tu mi faccia delle domande per capirne di più.
          Comunque di solito per imparare una professione si studia sui libri, non su Google.
          Te lo dico senza polemica o ironia, ma semplicemente perché io stessa ho studiato a lungo, lo faccio come unico lavoro da più di dieci anni e con immensa passione lo insegno anche.

          Grazie per avermi scelta per risolvere i tuoi dubbi, spero di esserti stata di aiuto.

          Reply
  6. Rossella
    4 mesi ago

    Ma non ho detto mica di studiare l’armocromia su Google, ho consigliato di digitare Momoa e vedere da sé 😉 Inoltre, come saprai sicuramente, le teorie sono diverse, ogni analista ne applica una, non ne esistono di “ufficiali”. Comunque, di niente, grazie a te del confronto e buon lavoro 🙂

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      4 mesi ago

      Beh, sì ne esistono di ufficiali, altrimenti ogni mattina qualcuno di alza e dice la sua, mettendo sullo stesso piano chi lo fa fa professionalmente e chi invece è un semplice appassionato. Grazie a te di aver trascorso del tempo sul mio blog! 🙂

      Reply
  7. Elisa
    3 settimane ago

    MA cersei non ha un incarnato tendente al giallo?

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      2 settimane ago

      Da non confondere il sovratono giallino (o tante volte il trucco dorato) con il sottotono freddo 🙂

      Reply

Lascia un commento