In BEAUTY, LIFESTYLE

C’era una volta la chirurgia estetica

Ogni volta che si parla delle grandi icone del Novecento, partono dei gran sospiri: “Loro sì, che erano delle bellezze naturali! Altro che quelle di oggi, tutte rifatte…”

Cari amici, oggi voglio sfatare un grande mito: la chirurgia estetica è sempre esistita, solo che prima i comuni mortali non lo sapevano… Sono documentate rinoplastiche persino ai tempi dell’Antica Roma e anche molto prima!

Ma oggi mi soffermerò sul Novecento, parlando degli interventi a cui si sono sottoposte le nostre icone preferite. Cominciando proprio dalle più insospettabili:

 

MARILYN MONROE

Marilyn è sempre stata uno schianto, ma non tutti sanno che la sua bellezza è stata perfezionata dal bisturi.

È documentato in più biografie che si sottopose a diversi interventi di chirurgia estetica, tra cui quello al naso e quello al mento (con un impianto di cartilagine).

Non solo, la bionda più famosa di tutti i tempi… non era bionda! Eh già, perché la nostra Marilyn era una splendida mora, altro che!

Da più parti si dice che si sia sottoposta anche ad interventi di elettrolisi per arretrare l’attaccatura dei capelli e, di fatto, sollevare il viso.

Oltre alla chirurgia estetica, Marilyn aveva escogitato altre diavolerie per aumentare il suo fascino.

Ad esempio, per rendere la pelle più liscia e luminosa, prima di ogni ripresa si radeva il viso. Avete capito bene: passava il rasoio sulla faccia per eliminare qualsiasi ombra di peluria.

Ma del resto, era una pratica molto comune nella vecchia Hollywood: lo facevano anche Elisabeth Taylor e tante altre colleghe illustri…

Inoltre, faceva applicare dei finti capezzoli sulla parte esterna del reggiseno, affinché il suo seno apparisse particolarmente turgido.

Negli anni ’50 andavano di moda i bullet bra, i reggiseni a pallottola, che davano al seno la tipica forma a punta. Ma lo stratagemma del finto capezzolo era solo di Marilyn…

 

MARLENE DIETRICH

L’Angelo Azzurro negli anni riuscì a stravolgere la propria forma del viso con diversi metodi, chirurgici e non.

Si sottopose infatti, ad interventi di lifting per sollevare fronte e palpebre. Eh già, perché non è solo un effetto ottico delle sopracciglia, rasate e ridisegnate più alte, ma un vero e proprio lavoro di chirurgia estetica.

Inoltre, ricorreva a un vecchio metodo tuttora in uso tra le nostre presentatrici TV: attorcigliava piccole ciocche di capelli e le tirava all’inverosimile, per sollevare palpebre e parte alta del viso.

Con il tempo, i capelli si diradavano fino all’alopecia, ma questo non costituiva un problema, perché la maggior parte delle dive di Hollywood usava delle parrucche.

LEGGI ANCHE C’era una volta la parrucca

Come dicevamo, la parte alta del viso era completamente ridefinita e sollevata. Ma anche la parte bassa non era proprio naturale…

È risaputo infatti, che Marlene Dietrich si fece estrarre diversi molari per ottenere quell’affascinante effetto scavato che tutti ricordiamo.

 

RITA HAYWORTH

Il vero cruccio della Hayworth era la fronte bassa: per più di un anno si sottopone ad estenuanti sedute di elettrolisi per bruciare i follicoli ed eliminare definitivamente i capelli “di troppo”.

Alla fine riuscì ad arretrare l’attaccatura dei capelli di circa 2,5 cm (verificate su un righello: 2,5 cm è veramente tantissimo!).

Se questo vi impressiona, considerate che Ingrid Bergman ottenne lo stesso risultato con la lametta…

Ma c’è dell’altro: la rossa più famosa del cinema in realtà… non era rossa!

Aveva i capelli di un nero corvino, che fece tingere subito dopo l’elettrolisi alla fronte. Contemporaneamente fece anche schiarire la pelle… Ed ecco a voi Gilda la rossa!

 

E MOLTI ALTRI ANCORA…

Insomma, già dagli anni ’20 a Hollywood si faceva uso (e abuso) della chirurgia estetica, sia per uomini che per donne.

Il divo del cinema muto RODOLFO VALENTINO si sottopose ad un intervento per sistemare le sue orecchie a sventola: è da lì che la sua carriera è decollata…

La grande JOAN CRAWFORD, quando tornò alla MGM, nei primi anni ’50, dichiarò: “Viso e seno sono nuovi, il sedere è sempre lo stesso”. Di cosa vi stupite? Le prime operazioni di mastoplastica risalgono alla fine dell’800!

E che dire di CARMEN MIRANDA? Il suo lifting al viso fu talmente esagerato che restò con le sopracciglia sollevate per il resto della sua vita!

Quanto alle dive nostrane, qualcuno dice che SOPHIA LOREN all’inizio della sua carriera abbia fatto ritoccare il naso e il sorriso (all’epoca, praticamente tutti gli attori cambiavano le faccette dei denti). Ma la nostra Sophia nazionale ha sempre negato qualsiasi intervento, sia ieri che oggi…

E la lista sarebbe ancora molto lunga… Ma vi racconterò il resto al corso di Vintage Styling e Storia della Moda (ultimi posti in promo al 20%).

Rossella Migliaccio
Consulente di Immagine

 

Ph via marieclaire.com

Potrebbe interessarti

Come portare le bretelle da donna?

Postato il marzo 16, 2017

Articolo precedenteCapelli effetto bagnato: il look dell'estate
Articolo seguenteQuel giorno che è morta Lady Diana

1 Commento

  1. Elisabetta
    2 mesi ago

    Ed io che credevo fossero tutte bellezze naturali al 100%!! Mi hai convinta … anche all’epoca erano già ritoccate a puntino 😉

    Reply

Lascia un commento