In LIFESTYLE

Come fare la valigia in modo intelligente

In questo periodo è tutto un fermento di ponti, festività e primi weekend fuori porta: se fare la valigia vi preoccupa, niente paura!

Il post di oggi è un decalogo per fare la valigia in modo semplice ed efficace:

 

IL MAGICO POTERE DELLE LISTE

Vi ho già raccontato della mia passione per le liste. Ebbene, per fare la valigia è fondamentale stilare una lista già nei giorni (settimane) precedenti: solo così sarete sicuri di non dimenticare nulla.

Io ho addirittura una lista “continuativa”, valida per qualsiasi viaggio: contiene in pratica oggetti e capi necessari in ogni spostamento.

 

LA PAROLA AL METEO

Qualunque sia la meta del nostro viaggio, anche la più esotica, bisogna fare la valigia in base al tempo che troveremo, non quello che vorremmo trovare

Per evitare spiacevoli sorprese quindi, prima ancora di prendere la valigia, date un’occhiata alle temperature previste dal meteo.

 

PICCOLO È BELLO

Fare la valigia non è molto diverso da quello che facciamo con una normale borsa da tutti i giorni. Il teorema è lo stesso: più è grande e più la riempiremo (di pesi inutili).

Scegliamo dunque comode misure standard e impegniamoci piuttosto ad organizzarle in modo furbo con poche cose…

 

LESS IS MORE

La tentazione è di portare praticamente tutto l’armadio perché… “non si sa mai”!

Ma in questo modo, arrivati a destinazione, ci ritroveremo davanti alla valigia come davanti al guardaroba: della serie armadio bagaglio pieno e niente da mettere

Siamo alle solite: non è una questione di quantità, ma di qualità (e idee chiare).

 

IL CONCETTO DI CAPSULE

Il segreto è fare la valigia come una capsule: pochi capi che, mescolati tra di loro, danno vita a un’infinità di outfit. Come è possibile, direte? Ebbene, è semplicissimo: basta portare solo abiti coerenti per colore, tessuto e stile.

Inutile portare anche la giacca marrone, se abbiamo deciso di portare solo la borsa grigia. Inutile portare la camicia di lino se abbiamo messo in valigia due pantaloni in velluto. Inutile portare l’accessorio eccentrico, se non stiamo portando nulla su cui stia effettivamente bene.

 

ABBINAMENTI PRECONFEZIONATI

Se siete di quelle persone che hanno bisogno di certezze e se effettivamente avete un planning preciso del viaggio (per esempio per trasferte di lavoro), allora potete fare la valigia con certezza matematica.

Voglio dire: agenda alla mano, decidete i cambi che indosserete in ciascuna giornata/ occasione e restate fedeli a quello. Tutto il resto è peso inutile e rischio di doppioni.

 

GLI IMMANCABILI

A proposito di versatilità, un capo che non manca mai nella mia valigia è una pashmina di colore neutro. Ingombra quasi niente eppure è un vero salvavita in caso di: sbalzi di temperature, aria condizionata violenta, abito più scollato del previsto, giacca non sufficientemente calda, outfit un po’ noioso… Potrei andare avanti ancora per molto…

In generale, portate sempre più top che pantaloni/ gonne perché potreste avere esigenza di cambiarli più spesso.

E non dimenticate un sacchetto dove riporre la biancheria sporca ogni giorno.

 

GLI ORGANIZER

In inglese si chiamano packing cube: i miei preferiti sono quelli di Muji, ma li trovate anche all’Ikea o su Amazon.

Vi permettono di organizzare la valigia come si dovrebbe fare con l’armadio, ovvero per categoria: i top con i top, i pantaloni con i pantaloni, l’intimo con l’intimo, ecc.

Vantaggi: innanzitutto i capi non si sporcano e non si stropicciano. E poi, quando vi serve qualcosa non dovete rovistare nel mucchio, ma sapete dove mettere le mani, senza creare disordine.

 

SCARPE A PARTE

Un tema a parte meritano le calzature: e figuriamoci!

Sapete che esistono delle geniali custodie da viaggio: pratiche, igieniche e sicure, per trasportare le nostre preziose scarpe? Eccole!

In ogni caso, per recuperare spazio, riempite le scarpe di calzini o altri piccoli accessori.

 

VARIE ED EVENTUALI

Se viaggiate in coppia con due valigie, non utilizzatene una a testa, ma entrambe per entrambi: qualora si perdesse una valigia, nessuno dei due resta completamente in panne e in pratica dimezzate i rischi.

Inoltre, durante il viaggio ricordatevi di: usare una targhetta di riconoscimento per i vostri bagagli; tenere addosso le cose più preziose; indossare le scarpe più ingombranti per non appesantire la valigia; inserire borse e borsette una dentro l’altra; portare nel bagaglio a mano un cambio intimo e cose di prima necessità, nel caso la valigia arrivasse in ritardo…

 

Bene, ora che abbiamo scoperto come fare la valigia in modo intelligente (o quanto meno con metodo), non resta che darsi da fare…

Buon viaggio!

Rossella Migliaccio
Italian Image Institute

Potrebbe interessarti

Come truccarsi con gli occhiali

Postato il maggio 11, 2016

Calza sì o no? Istruzioni per l’uso

Postato il aprile 1, 2016

Articolo precedenteCome abbinare i colori in casa
Articolo seguenteIl mio stile lo decido io. Non la mia taglia.

3 Commenti

  1. Adriana
    7 mesi ago

    Ho viaggiato per la prima volta 15 giorni i fa e mi sembra di rivedere me in questo articolo! Allora devo avere proprio un talento innato per il viaggio, oltre al fatto che penso che il capsule wardrobe sia una filosofia di vita.

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      7 mesi ago

      Chi ben inizia… 😉

      Reply
  2. Flavia
    6 mesi ago

    grazie dei consigli utili 🙂 io odio fare le valigie …..

    Reply

Lascia un commento