In LIFESTYLE, STYLE

Dimmi che armadio hai e ti dirò chi sei

In questi anni di lavoro come consulente di immagine, ho messo le mani in tanti armadi e mi sono resa conto che il guardaroba dice molto della persona a cui appartiene.

Leggete (con ironia, mi raccomando) e provate a capire che tipo siete.

Sarà divertente, ma anche un piccolo esercizio di auto-analisi 😉

 

L’armadio tutto nero

È uno dei più comuni! La motivazione ufficiale è che il nero è elegante, snellente, pratico, bla bla bla… La mia impressione è che spesso nasconde una paura di osare, di mettersi in luce, di tirare fuori l’arcobaleno nascosto nella propria soffitta mentale.

 

L’accumulatore

Molte persone hanno l’armadio pieno di vestiti (e paradossalmente niente da mettere), ma alcune ce l’hanno pieno di ogni genere merceologico! Spesso sono solo cimeli risalenti a decenni fa: pezzi di vita dai quali non ci si è mai staccati veramente.

 

L’armadio seriale

10 t-shirt dello stesso colore, 5 maglioni dello stesso modello, 4 paia di scarpe dello stesso tipo… Semplice coerenza di stile o scelte routinarie, che non riusciamo a mettere in discussione? E se fossero la rappresentazione di un loop della nostra intera esistenza?

 

L’armadio compulsivo

In questo caso, il guardaroba somiglia a certe abitudini alimentari disordinate: è il contenitore di shopping consolatori; acquisti in saldo (tanto, costa poco); capi comprati per “quando dimagrirò”; cose che “potrebbero servirmi” (e che non sono mai servite)…

 

Il minimalista

Sul versante opposto, armadi monacali: non per lo stile, ma per la morigeratezza! Magari sono quelli che funzionano di più (se coincidono poco e buono), però sono spesso castigati o addirittura auto-punitivi. P.S. la quantità non è una questione di budget.

 

L’armadio maniacale

Piccoli o grandi che siano, alcuni armadi risultano letteralmente asettici: tutto è scrupolosamente custodito in cellophane e altre protezioni, anche i capi di uso quotidiano. Non è una semplice questione di ordine: a volte sembra più un’esigenza di (auto?)controllo.

 

Chi comanda in casa

Dalla distribuzione dello spazio tra i vari componenti della famiglia, si intuisce chi comanda davvero in casa. Ovviamente le donne! Ma quando il 95% del guardaroba è della moglie e al marito rimane una misera antina, c’è da porsi qualche seria domanda…

 

Le priorità della vita

Un altro calcolo è lo spazio che riserviamo alle diverse occasioni d’uso degli abiti, perché quella percentuale fa riferimento a come spendiamo il nostro tempo. L’85% dell’armadio è per l’ufficio? Forse stiamo dedicando troppo al lavoro e poco a tutto il resto!

 

Essere o non essere…

In tanti armadi coesistono stili molto diversi. In pratica, ci sono capi che esprimono chi vorremmo essere (e che non abbiamo il coraggio di essere/ indossare) e capi che invece esprimono chi siamo. Avete presente quella camicia animalier con il cartellino ancora attaccato?

 

Ovviamente questi ragionamenti valgono anche per la scarpiera e persino per il cassetto dell’intimo, ma quella è un’altra storia…

Comunque è curioso notare come, cambiando abitudini, si adegui di conseguenza anche l’armadio.

E voi, che tipo di guardaroba avete? A me potete dirlo: segreto professionale 😉

Rossella Migliaccio
Consulente di Immagine

Potrebbe interessarti

10 office Fashion Faux Pas

Postato il aprile 1, 2016

Articolo precedenteI falsi miti dell’abbronzatura
Articolo seguente10 + 1 errori che un professionista non dovrebbe mai fare sui Social

4 Commenti

  1. Arianna
    5 mesi ago

    Simpaticissimo articolo e veritiero…spesso le nostre scelte in fatto di look dicono di noi più di quello che pensiamo!!
    Questo ci può far riflettere e magari ci può aiutare a capire qlc in più noi stesse…sempre col sorriso 🙂

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      5 mesi ago

      Sempre con il sorriso 🙂

      Reply
  2. Rosanna
    4 mesi ago

    Ciao Rossella
    Nel mio lavoro ho sempre seguito i gusto e il.look giusto per i miei clienti, facendo sentire entusiasta la propria immagine davanti allo specchio, con quel pantalone, vestito o camicia ecc….
    Sono rimasta a casa dopo tanti anni : o miei 3 bambini, lontana da ogni campionario Pitti e Total look emerende.
    La mia Amina è classica , estroversa, colorata frizzante ma, anche romantica con abito di pizzo nero per la sera. Non so perché ti sto scrivendo……forse avrei bisogno di un ” MA COME TI VESTI ” 😊 in realtà sono rimasta fuori dal cerchi vorrei essere impeccabile e poi per i miei figli , sono sempre e solo ….COMODA . Ammiro ,chi riesce a dare consigli per far apparire e stampare autostima nelle persone
    Per quanto riguarda me oggi rinuncio a comprarmi le cose, perché come dici tu non mi piace l’armadio seriali e mi devo accontentare delle cose a poco costo per cui evito perché le cose che ti piacciono hanno sempre cifre elevate. Grazie per il tempo che hai speso per leggere la mia mail e buon proseguimento magari un giorno riuscirò anch’io a chiedere la tua consulenza chissà! per svecchiare quella donna che è in me. Che mi piacerebbe tanto cambiare

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      4 mesi ago

      Ciao Rosanna,
      grazie a te per avermi scritto.
      Un abbraccio, a presto!

      Reply

Lascia un commento