In ARMOCROMIA, BEAUTY

I falsi miti dell’abbronzatura

Questo weekend sono scappata al mare e, sotto l’ombrellone, mentre mi spalmavo la solita protezione 50+, guardavo i miei vicini rosolarsi al sole…

Ho pensato che la tintarella fa ancora presa su tantissime persone, ma oggi voglio andare controcorrente e sfatare i falsi miti dell’abbronzatura:

 

“Con l’abbronzatura sembriamo più magri”

Certo, una gamba scura appare più sottile di una bianca*: non c’è dubbio. Però dobbiamo mettere in conto anche spalle spellate, rughe verticali sul décolleté e cute raggrinzita. A conti fatti, non so se conviene.

Kim Kardashian, ieri e oggi

 

“L’abbronzatura fa sembrare più giovani”

Invecchiando, i nostri colori diventano più freddi. Molti pensano di risolvere prendendo tanto sole, ma in realtà l’abbronzatura evidenzia (ed aggrava) il solco delle rughe.

Magda di “Tutti pazzi per Mary” (1998)

 

“Il sole fa bene alla salute”

A piccole dosi e negli orari giusti, sì. Ma l’unico modo per mantenere la pelle giovane è preservarla dal sole. Basta osservare come è segnato il viso di chi ha praticato sport all’aria aperta per anni.

Il tempo non passa mai per Monica Bellucci

 

“Con la pelle bianca* sembro Morticia Addams”

Uhm, sì, può essere. Ma a me Morticia è sempre sembrata molto affascinante. E, insieme a lei, tante altre “fantasmine” famose: Liv Tyler, Eva Green, Rooney Mara, Dita Von Teese, … Niente male, direi! 😏

Liv Tyler, Eva Green, Rooney Mara, Dita Von Teese

 

“Con l’abbronzatura non c’è bisogno di truccarsi”

Diciamo che con l’abbronzatura diventa impossibile truccarsi! La pelle è poco ricettiva al makeup: il rossetto rosso diventa volgare, il fondotinta non copre i rossori, qualsiasi ombretto risulta pesante, …

Maria Grazia Cucinotta con due stili completamente diversi

 

“L’abbronzatura copre le imperfezioni”

Pelle paonazza, macchie cutanee, rughe e opacità: a me sembra che il sole, più che coprire le imperfezioni, le crei… Anzi, si innesca un circolo vizioso, per cui creiamo nuove imperfezioni, pensando di coprirle.

Catherine Zeta Jones, con e senza abbronzatura

 

“Senza abbronzatura non riesco a vedermi”

È solo una questione di abitudine, come chi non si vede senza trucco. Cominciate gradualmente a limitare le lampade abbronzanti e ad apprezzare la pelle più chiara e (visibilmente) più sana e naturale.

Donald Trump, prima e dopo l’elezione alla Casa Bianca

 

“La pelle bianca* è triste”

Qualsiasi pelle senza trucco e senza cura risulta triste! Invece il bello della pelle bianca* è che, creando contrasto con i capelli, è la base ideale: avete notato che il rossetto acceso funziona molto bene in inverno e per niente in estate?

Charlize Theron, più chiara e naturale

 

“L’abbronzatura è di moda”

La moda dell’abbronzatura come la conosciamo oggi risale agli anni ’70. Da allora c’è stato un crescendo fino al color cuoio degli anni 2000. Oggi invece, le celebrities sono sempre più bianche…

Victoria Beckham: col nuovo look, niente abbronzatura

 

“L’abbronzatura ci rende più belli”

Sarà! Eppure tutte le celebrities che fino a pochi anni fa facevano a gara ad abbronzarsi, oggi hanno smesso di prendere il sole. E, francamente, molte di loro sono più belle adesso che 10-20 anni fa…

Michelle Hunziker, sempre più bella (e bianca)

 

Personalmente, vi confesso che uso la protezione 50+ tutto l’anno, anche a novembre con la pioggia e a febbraio con la neve!

Forse sarò pazza, ma riparliamone tra una ventina d’anni 😉

Buona estate a tutti!

 

*Esaltando la pelle bianca, ovviamente non faccio un discorso di razza, ma di stile. Mi rivolgo infatti a chi ha colori chiari e si ostina a scottarsi al sole; non certo a chi ha una pelle già ambrata o scura di natura.

Rossella Migliaccio
Consulente di Immagine

Potrebbe interessarti

Ricci perfetti in 10 mosse

Postato il febbraio 8, 2016

Articolo precedenteSaldi estivi: ecco su cosa investire adesso!
Articolo seguenteDimmi che armadio hai e ti dirò chi sei

3 Commenti

  1. Cris
    11 mesi ago

    Ciao! Come la usi la protezione 50+ di inverno? Al posto della crema idratante? Solo sul viso o anche su mani e corpo?

    Reply
  2. Sabrina Pavani
    4 mesi ago

    Oh finalmente qualcuno che mi da ragione! Io sono una “fantasmina” e uso la protezione come la tua anche perché odio che i tatuaggi ne risentano, ho la pelle secca è appena prendo un briciolo di sole mi vengono le lentiggini quindi proprio un briciolo di sole basta e avanza con la protezione sempre è la protezione stessa è anche idratante quindi mi fa bene alla pelle che curo continuamente adesso io ho 40 anni ma il mio viso ne dimostra 20 non è mai cambiato da quando si è formato completamente. Non resterò così per sempre ovviamente però credo fortemente che aiuti la cura della pelle e poi è ovvio che tu stia parlando di pelle bianca nel senso Chiara Anche perché se tu parlassi di razza parleresti della forma cranica in quanto le razze antropologicamente non esistono ma si conoscono le zone geografiche te le parentele e di dove si è vissuto tramite la forma del cranio non tramite il colore della pelle, soprattutto adesso che siamo più mischiati, passami il termine, ci sono tante persone Afro italiane che sono chiare quanto le persone del nord Italia e sicuramente più chiare di alcune persone del Sud che invece hanno una colorazione epidermica molto forte. Mi sono sempre chiesta perché alterare la propria pelle esponendosi a un sole terribile per tutto il giorno oppure fare molte lampade visto che di solito si sta bene con la pelle con cui si è nati visto che c’è un perché siamo nati con quella pelle! Michael Jackson è stato discriminato per tutta la vita per una malattia che non poteva fermare credendo che volesse essere un bianco mentre tutti i suoi comportamenti i testi delle sue canzoni facevano capire quanto ci tenesse alla propria etnia, ora la vitiligine è orgoglio si dice a chi ce l’ha che sono persone Bellissime In realtà la discromia Mi disturba molto in quanto artista che c’è di male a voler la camuffare con un po’ di trucco? Insomma Anche Michael ha detto che la sua era una malattia ma non capiva che stava tutto il giorno sotto il sole per avere l’abbronzatura perché quello era cambiare davvero il proprio colore volontariamente e senza pensare alle conseguenze, mia zia è sempre stata sotto il sole per ore ore per molto tempo molti anni in cui siamo stati ovunque però ho notato che l’invecchiamento della sua pelle è ben diverso da quello di mia mamma che nonostante sia sua gemella e non si assomigliano, ha meno rughe e meno capillari spaccati e dicromie. Complimenti per il tuo articolo!

    Reply
    1. RM
      1 mese ago

      Reply

Lascia un commento