In LIFESTYLE, STYLE

Inauguration Day: le pagelle ai look dei protagonisti

Con l’inauguration day, il 45mo presidente degli Stati Uniti si è insediato alla Casa Bianca.

Ecco il punto sul look dei protagonisti della giornata, cominciando proprio da lui:

 

DONALD TRUMP

Il look del neo presidente lascia sempre un po’ a desiderare, a cominciare dal beauty (sì, perché anche per gli uomini è una parte fondamentale).

Mi riferisco al taglio e al colore di CAPELLI, ma anche all’eccessiva ABBRONZATURA, poco elegante per l’occasione.

Quanto all’outfit, salta all’occhio la CRAVATTA: decisamente troppo lunga! Ottima invece la scelta del rosso, considerato un power color; e poi è anche un omaggio al colore del suo partito.

Ultima nota: la GIACCA. Il presidente avrebbe dovuto fare attenzione a questo dettaglio: la giacca non si lascia mai sbottonata.

 

BARACK OBAMA

Impeccabile invece il presidente uscente: massima sobrietà, dal taglio dei CAPELLI al taglio dell’abito.

Come da regola, il primo bottone della GIACCA va sempre abbottonato, il secondo mai.

Anche lui ha scelto i colori del proprio partito per la CRAVATTA.

 

MELANIA TRUMP

Dopo varie polemiche sugli stilisti che hanno rifiutato di vestirla, la First Lady ha scelto un completo in cachemire di RALPH LAUREN.

L’outfit è molto bello e perfetto per la cerimonia. Il fisico e il portamento da MODELLA fanno il resto.

Avrei cambiato solo le SCARPE: forse il tacco così alto non si addice al nuovo ruolo. E poi avrei evitato l’abbinamento maniacale ad abito e guanti.

Molti hanno fatto notare che lo stile, il colore e i guanti ricordano (troppo?) il look di JACQUELINE KENNEDY per l’Inauguration Day del 1961.

 

MICHELLE OBAMA

La First Lady uscente invece, ha scelto un ABITO ROSSO con cappottino abbinato. La cintura in vita richiama il colore delle calzature: stivali prima, décolleté dopo.

A proposito, avevate notato il CAMBIO DI SCARPE? Sinceramente, lo avrei evitato, usando solo le scarpe e non gli stivali.

A differenza dei mariti, le First Lady hanno usato una i COLORI del partito dell’altra: rosso repubblicano per Michelle, azzurro democratico per Melania. Qualcuno ha voluto interpretarlo come un gesto di pace e vicinanza.

Quanto al beauty, entrambe hanno optato per il RACCOLTO: un look sicuramente più formale rispetto ai capelli sciolti.

 

IVANKA E TIFFANY TRUMP

Le ragazze, agguerrite sostenitrici del papà in campagna elettorale, hanno scelto praticamente lo STESSO LOOK: completo bianco e capelli sciolti. Forse fin troppo simili.

IVANKA, che viene considerata la vera First Lady, ha optato per un completo asimmetrico di Oscar de la Renta. Molto bello.

Invece si poteva fare di più sui CAPELLI, sistemando la ricrescita e magari raccogliendoli in una coda bassa, per evitare l’effetto bambola.

 

HILLARY CLINTON

Bel gesto la partecipazione della candidata SCONFITTA: sorridente e in gran forma, ha dimostrato comunque rispetto per la volontà popolare.

Anche la Clinton ha puntato sul BIANCO, peraltro colore simbolo delle suffragette. Come sempre, il total white è una scelta di estrema raffinatezza.

Quanto allo stilista, anche lei ha fatto una scelta patriottica, puntando sull’americano RALPH LAUREN.

 

Questo il look dei protagonisti della giornata: non vi sembrano tutti usciti da una puntata di Beautiful?

Oppure da una di quelle serie tv anni ’80, tipo Dallas? Indovinate chi è J.R. 😉

Dalla Casa Bianca questo è tutto (per ora).

Rossella Migliaccio
Consulente di Immagine

Potrebbe interessarti

Come portare le calze a rete (con stile)

Postato il marzo 6, 2017

Come indossare il trench con stile

Postato il marzo 19, 2018

Articolo precedenteCome creare un look androgino
Articolo seguenteQuella strana paura di tagliare i capelli

10 Commenti

  1. Francesca
    1 anno ago

    Quella sensazione di telenovela a mio avviso non la danno tanto gli abiti (anzi, evviva le occasioni formali in cui tirarsi a lucido!!! Ce ne fossero anche per noi…) quanto negli sguardi, nelle espressioni, nei gesti che, in un limbo appeso tra presunzione ed arroganza, risultanto tutto fuorchè spontanei e naturali.

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      1 anno ago

      Certo, quello che mi dà la sensazione di telenovela non sono gli abiti, ma i personaggi in generale 😊

      Reply
      1. Francesca
        1 anno ago

        Sì sì, si era inteso benissimo, facevo solo una mia considerazione rafforzativa “a voce alta” (con annessa errata sintassi di cui chiedo venia). Comunque è giusto rimanere concentrati sull’abbigliamento, anche perchè il comportamento – in particolar modo la spocchia – per quanto faccia parte dell’immagine della persona e possa essere oggetto di consulenza tanto quanto, è il più difficile da correggere. Di sicuro, la mia predilizione è per governanti e regnanti con un fare meno borioso e costruito dei Trump, prescindendo dall’orientamento politico.

        Reply
        1. Rossella Migliaccio
          1 anno ago

          Capisco! Nei politici, anche io apprezzo la sobrietà. Questo in generale, al di là del caso specifico.

          Reply
  2. Angela
    1 anno ago

    Mi sbaglierò ma il look di Michelle stavolta è sembrato un po’ dimesso per via dei capelli. Avrei scelto un raccolto più curato o avrei fatto una piega delle sue, non so se sono le foto ma mi sembra un po’ la casalinga che si è pettinata di fretta. La riga in mezzo non mi piace proprio, salvo avere molti capelli ben raccolti dietro.

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      1 anno ago

      Concordo! Apprezzo la scelta del raccolto, ma si poteva decisamente fare di più…

      Reply
  3. Anna Carlotti
    1 anno ago

    Ottima e accurata analisi su cui sono pienamente d accordo! Ti chiedo ma quei guanti non sono troppo grandi per le mani della first lady! Mi parevano tanto quelli per lavare i piatti e poi credo sia maleducazione dare la mano porgendola indossando i guanti! Avra’ una fobia? un caro saluto

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      1 anno ago

      Grazie, Anna!
      I guanti non sono grandi, è il modello così: lo erano anche quelli di Jacqueline Kennedy.
      Il galateo consente che la donna stringa la mano con i guanti; è l’uomo che deve toglierli per salutare 😉

      Reply
  4. dany
    1 anno ago

    nessun commento sugli stivaletti verdi che ha scelto la figlia di Trump?

    Reply
    1. Rossella Migliaccio
      1 anno ago

      Ecco, appunto: no comment.
      ahahaha

      Reply

Lascia un commento